THE 100 - Possono i Social Media e i Fans influenzare la storyline dello show?



Le reazioni dei fans e il loro modo di affrontare gli eventi dello show, possono realmente cambiare la sorte dei personaggi?







The 100 non è una serie tv come le altre. Non sempre è semplice guardarla sia per l'impatto violento di molte scene e anche per come certe questioni vengono talvolta affrontate.

Una sequenza di episodi basati sulla sopravvivenza ad ogni costo e con ogni mezzo, non può di certo rendere felici tutti i telespettatori. 
Sia dalla prima stagione, siamo stati abituati a veder soffrire e morire personaggi ai quali ahinoi, ci eravamo affezionati e abbiamo anche visto la storyline andarsene in maniera totalmente opposta al nostro volere.  Finn, Lincoln...Lexa.
Ebbene si, ragazzi: le serie tv non seguono i nostri desideri! E meno male, direi! Altrimenti non ci sarebbe più gusto nel vederle. 
Eppure, nonostante le mille tragedie consumatisi durante lo show, ciò che ai fans proprio non è sceso giù è stata proprio la dipartita della meravigliosa Commander dei Tredici Clan. 
Facebook, Twitter, Tumblr, Youtube e tutti i Social Media esistenti sono implosi in una furia delirante. Attacchi a colpi di insulti verso i produttori, tentativi di sabotaggio della serie, petizioni per un eventuale ritorno di Alycia Debnam Carey nel cast, insomma, di tutto di più che una cosa del genere non si è mai vista! Il punto delicato della questione è sicuramente la visione della cosa che il pubblico LGBT ha avuto.
Uccidere Lexa subito dopo il passo avanti nella sua relazione con Clarke. è stato recepito come un chiaro messaggio di rifiuto verso il loro rapporto stesso e una presa di posizione omofoba
I fans si sono scatenati, sono lievitati (per fortuna una gioia!) i fondi per il Progetto Trevor un'organizzazione di prevenzione riguardo al suicidio di giovani LGBT) ed è nata la Lexa Pledge, che incita a trattare con rispetto i personaggi non eterosessuali. 


Dunque la domanda è: possono i fans e Social influenzare la storyline di uno show? 

Beh, a quanto pare, a volte si.

Jason Rothenberg e gli scrittori di The 100 hanno fatto un passo indietro, ammettendo di aver trattato la questione forse non con la dovuta cura e affermando che questo sicuramente non accadrà di nuovo. La storia e gli script futuri verranno gestiti diversamente.

"Volevo che il lavoro che tutti noi abbiamo fatto in questo show avesse un impatto positivo" ha affermato uno dei writer Javier Grillo - Marxuach al ATX Television Festival tenutosi Austin, a giugno. 
"A causa di diversi fattori, tra i quali la mancanza di consapevolezza, abbiamo alimentato qualcosa di molto negativo...Faccio un mea culpa per questo" ha  aggiunto."Non c'è una risposta semplice, se non guardare avanti, raccogliere i pezzi e fare in modo che non accada di nuovo." 

Se la rivolta sia stata realmente dettata da motivi morali o semplicemente fomentata dalle ormai sanguinosissime guerre tra ships, Clexa e Bellarke in questo caso, non ci è dato saperlo e, se da una parte è bello ed apprezzabile che chi di dovere tenga molto conto della reazione degli spettatori, dall'altra da qui al fanservice rimane solo un filo sottilissimo e molto facile da superare. 
Voi, che ne pensate? Diteci la vostra!

Fonte: TvInsider 

Un saluto alle affiliate:Series Generation - Telefilm Film Music and More - Serie Tv la nostra droga - Telefilm Lovers - Fantasy Italia - Multifandom is a way of life - DeCento - Le cose belle della vita sono a puntate - Bobby Morley Italia - Crazy Stupid Series - Multifandom - » I'm gonna need a better reason. » I can't lose you too. ϟ The 100 - Bellarke "Chi siamo e cosa dobbiamo fare per sopravvivere sono cose diverse" - The Hundred - Miss Eliza Taylor - Talk About Telefilm - The 100 - Bellarke Italia Page - Bob Morley Italia




SE VOLETE COLLABORARE CON NOI SCRIVETECI! - Collabora con noi!

Non perdere neanche una notizia! Seguici su Facebook e Twitter.
Condividi su Google Plus

Articolo di CaptainSwanOlicity 91

Posta un commento