LEGENDS OF TOMORROW - Victor Garber non vuole tornare sul Titanic





Nonostante molti lettori di ComicBook conoscano Victor Garber per il suo ruolo del Professor Martin Stein in Legends of Tomorrow, per gran parte delle persone è un attore molto amato con decenni di carriera in tv e al cinema, in cui il suo ruolo più importante è quello in Titanic.


Quando alla star di Arrow Stephen Amell fu chiesto con chi fosse più emozionato di lavorare nel recente crossover "Invasion", ha detto proprio Garber, di cui è un grande fan da quando ha visto Titanic.

Anche quando fu introdotto il personaggio di Jax, l'altra metà di Firestorm, in The Flash, l'attore che lo interpreta, Franz Drameh, rispondendo ad una critica sui suoi (del personaggio) gusti musicali da parte di Stein, aveva una battuta che diceva tipo: "Se per te  è meglio nel retro abbiamo la colonna sonora del Titanic".

La seconda stagione dello show sembra non aver paura di fare riferimenti diretti alla storia e ai suoi personaggi (finora abbiamo incontrato Albert Einstein, Ulysses S. Grant, Re Luigi XIII di Francia, e altri), perciò abbiamo chiesto a Garber se gli piacerebbe vedere Stein a bordo del Titanic.

"Per niente, toglietemi dal Titanic", ha detto l'attore in una recente intervista a ComicBook, "ci sono stato e non voglio tornarci". 

Per spiegare la sua brusca risposta ha aggiunto: "Credo che quello sia un terreno sacro, non credo sia saggio tornarci."

In questa stagione, oltre alla volontà di parlare dei fatti accaduti realmente nella storia mondiale, lo show ha anche espanso il suo campo d'azione: nella prima stagione la Waverider e i suoi viaggi nel tempo erano limitati solo al ventesimo secolo, e principalmente in alcuni specifici decenni. Quest'anno invece, nella prima metà della stagione, abbiamo già visto il Vecchio West, la Casa Bianca di Reagan, la Francia del sedicesimo secolo, la Guerra Civile e un tirannosauro rex.

"Continuavo a pensare, e ora cosa ci aspetta?" ha detto Garber. "E' questo il bello dello show, abbiamo avuto Al Capone e i nazisti. E' divertente sia per noi che per il pubblico."

Fonte: ComicBook 




Un saluto alle affiliate:

Condividi su Google Plus

Articolo di Chiara F74

Posta un commento