GAME OF THRONES - Nathalie Emmanuel e Noah Syndergaard tra cameo e fine dei giochi




Manca ancora troppo per il debutto della settima stagione di Game of Thrones, ma ogni extra ci aiuta a smorzare l'ansia dell'attesa. Giungono a tal proposito le parole di Nathalie Emmanuel sulla costruzione in atto del momento che sancirà la fine dei giochi, mentre Noah Syndergaard si sbottona su qualche dettaglio in più riguardo al suo cameo.
La bellissima Emmanuel non ha ovviamente dispensato troppi dettagli attorno al plot che andremo a vedere tra qualche mese. Tuttavia, tanto è bastato per farle ammettere che con la settima stagione di Game of Thrones verrà dato un vero e proprio 'calcio agli ingranaggi' delle storyline e tutti i fili intersecati fin dall'inizio dello show cominceranno a sciogliersi.

Ci sarà un susseguirsi di personaggi che prima non avevamo mai visto interagire tra loro” ha detto l'attrice, la quale ha anche parlato della complessità dei personaggi e della forza delle figure femminili con la quale lo show si è costruito una determinata fama:“Gli scrittori di Game of Thrones sono davvero bravi a rendere la complessità dei loro personaggi. Trovo straordinario che gli spettatori della serie riescano a vedere la forza nei personaggi oppressi, deboli, e allo stesso tempo possono cogliere debolezze e vulnerabilità nei personaggi apparentemente indistruttibili e forti. Prendete la figura della donna all'interno dello show, un ottimo esempio di una forza celata e non immediata. Pensate a Missandei – è stata una schiava per tutta la vita, è intelligente e ha deciso di usare il suo dono per fare del bene. Una cosa che ha in comune con Daenerys, senza dubbio. Daeny è stata venduta da un uomo (suo fratello!) ad un altro e condivide con Missandei una forza inizialmente nascosta che emerge episodio dopo episodio, stagione dopo stagione.

Riguardo alla relazione tra Missandei e l'eunuco Verme Grigio, Emmanuel si limita a riflettere su quanto la coppia sia sempre più avvincente:“Sono una grande coppia perché il loro rapporto è puro. Essendo nati entrambi in luoghi di dolore, confusione e oppressione si capiscono l'un l'altra con semplicità e naturalezza. È così umano, così raro. In un mondo dove la gente ne esce macellata, malconcia e manipolata, credo che una cosa del genere sia davvero pura, dolce e speciale.”


Negli stessi giorni il giocatore di baseball statunitense Noah Syndergaard ha fornito maggiori dettagli sul suo cameo previsto per la settima stagione e sulla sua esperienza sul set. A quanto pare, Syndergaard interpeterà un generale Lannister che “[...] ucciderà qualcuno e/o verrà ucciso a sua volta”. Che ci sia di mezzo un uccisione non è difficile da credere vista la statura atletica del giocatore. “Si trattava di una sola scena che ci ha tenuto impegnati tutta la giornata. Abbiamo cominciato a girare alle otto del mattino ed è finita per le cinque del pomeriggio. È stato davvero divertente, ma temo di non potervi dire di più”. Syndergaard è stato molto vago anche quando gli è stato chiesto di rivelare qualcosa sul nome del personaggio che sarà coinvolto nella scena. Il giocatore ha evidentemente capito come funzionano i segreti dietro le quinte di Game of Thrones.







SE VOLETE COLLABORARE CON NOI SCRIVETECI! - Collabora con noi!
Stiamo cercando RECENSORI e newsers per EMPIRE, HOMELAND, LEGENDS OF TOMORROW, ORPHAN BLACK. ARROW, SUPERGIRL e le altre serie.


Non perdere neanche una notizia! Seguici su Facebook e Twitter.
Condividi su Google Plus

Articolo di Fabio Scala

Posta un commento