ARROW - Recensione 6x15 "Doppelganger"

Con un po' di calma, ma alla fine ce la facciamo anche a recensire la 6x15 di Arrow.
Da aprile, quando ricomincia dopo l'ennesima pausa (li odio questi hiatus così random) dovrei riuscire ad essere più puntuale, quantomeno ci proverò, promesso!

Inizio con un enorme GRAZIE perché finalmente abbiamo un episodio senza bambini capricciosi e inutili rivalità. Ho atteso tantissimo il ritorno di Roy e quello di Thea come Speedy, e credo sia soprattutto grazie a loro se questo episodio è stato così bello e piacevole da guardare.

Non ho capito benissimo il discorso fatto dall'avvocato di Oliver, ma il succo è che tutte le accuse contro di lui dovrebbero cadere e lui dovrebbe tornare ad essere un uomo libero. Dico "dovrebbe" perché ovviamente le cose non vanno mai come viene pianificato per Oliver Queen. Pure lui ne è talmente consapevole che se lo dice da solo. E infatti le accuse non cadono perché c'è un nuovo testimone: Roy Harper. Roy, piccolo cuoricino di mamma, che a differenza di René è veramente leale a Oliver e nonostante le mille torture non cede di una virgola. Solo davanti alla minaccia di far del male a Thea è comparso il dubbio nel suo sguardo, ma penso sia stata una reazione involontaria, perché di sicuro non ha messo in dubbio che Ollie avrebbe protetto la sorella ad ogni costo. Team dei Fessi, beccati questa.

L'OTA + Speedy si precipita naturalmente a salvare Roy, e qui c'è un piccolo controsenso che potrebbe portare a rivalutare il Team dei Fessi: si tratta di Roy, e quindi Thea vuole salvarlo a tutti i costi. Oliver le dice di non farlo, ma poi cede immediatamente e la accompagna nella missione. Più o meno lo stesso che i Fessi hanno fatto per Vince. "Piccola" differenza: non c'era di mezzo il destino della città. Fosse stato questo il caso, voglio credere che Oliver avrebbe sì mandato Thea da Roy, ma lui si sarebbe occupato della minaccia più grande.

Mi ha fatto ridere Dinah: a inizio puntata, quando Oliver la saluta con un semplice e molto educato "Hello" lei risponde incazzata con un "Don't talk to me". Devo fanculizzarti io o ci pensi da sola? Ma poi, quando si tratta di andare da Roy, propone di unirsi all'OTA nella missione dicendo "Okay, ma solo per questa volta". Come se loro le avessero chiesto niente. Come se avessero bisogno di lei quando hanno Thea a dar loro man forte!
Cioè ragazzi ma che ego enorme bisogna avere per comportarsi in questo modo? Io non lo so, sono sempre più basita. La adoravo, davvero, ma ora sta diventando proprio insopportabile. Meno male che Mr. Queen le risponde per le rime e la rimette al suo posto, altrimenti penso sarei entrata nello schermo solo per tirarle un pugno e poi uscirmene tutta soddisfatta.



Ma andando avanti con la trama, finalmente anche l'OTA scopre che dietro a tutto c'è Diaz e che il SCPD è compromesso. Ragazzi, era ora. Continuo a non vedere questo genio del male in Diaz, come ho detto tempo fa si è affidato troppo al caso per i miei gusti, nonostante lui ripeta da tempo di aver pianificato tutto. Sarà, ma io non ci credo.


Quel che importa comunque è che Roy sia in salvo e sia ancora follemente innamorato di Thea. Il punto è che non abbiamo potuto gioire nemmeno mezzo secondo perché la Lega degli Assassini è tornata. Raga, onestamente, CHE PALLE. Okay che Thea ormai non se la cagavano più, ma con questa cosa della Lega gli scrittori hanno un po' rotto. E poi, visto che ho la sensazione che non rivedremo Thea nella prossima stagione, datele un lieto fine con Roy come è giusto che sia, non fatemela finire a capo di una Lega che nemmeno esiste più. 

Abbiamo poi Laurel che fa il doppio, triplo, quadruplo gioco e anche questo sta iniziando ad annoiarmi. Che senso ha far morire un personaggio per poi farne tornare una copia sbiadita? Mah.

Ultima considerazione su John: speravo con tutto il cuore che il desiderio di ri-diventare Green Arrow fosse solo una sbandata passeggera, tipo la cotta per quello bello e impossibile della scuola. Invece no, continua a insistere su questa linea. Non la vedo bene, sia perché secondo me lui non è fatto per indossare il capuccio, sia perché temo che porterà a una rottura del rapporto tra lui e Oliver e il mio cuore non potrebbe sopportarlo.

Penso di aver blaterato abbastanza per ora, vi do appuntamento a fine mese con il prossimo episodio. Un bacio <3

Varie:

1)
Oliver che fa battute su un suo possibile disturbo da personalità multipla è oro.

2)

Quanto sono adorabili queste due coppie? Un po' di gioia per la mia anima da fangirl <3

3)
È inutile, Oliver tenero non si affronta.

4) Anatoly: "I'm not sentimental, I'm Russian". Lo amo. Ma un sacco proprio. Mi infastidisce che abbiamo mandato a puttane il suo rapporto con Oliver, ma continuerò ad amarlo fino alla fine.

5)
L'internet è un luogo bellissimo. 

Un saluto alle affiliate: Arrow e The Flash - Arrow e The Flash Italia - Felicity, you αre remαrkαble. - Arrow • Oliver & Felicity • - Arrow & The Flash I believe in you • Olicity •  Talk About Telefilm - Justice Of Shield Italia - I Drogati Di Telefilm - Crazy Stupid Series - Cinema, movie and pop - Serie tv Concept  Once a Fangirl Always a Fangirl - Nella mente di una serialist. - Telefilmiamo  Subtitles On Demand - Multifandom il mondo che non c'è

Non perdere neanche una notizia! Seguici sulla pagina Facebook o sul nostro Gruppo o su Twitter.
 
Condividi su Google Plus

Articolo di Anna Franchini

Posta un commento