SCANDAL - "The List". Recensione 7x14


La puntata intitolata “The List”, vede il ritorno della vecchia Olivia. La donna sembra aver intrapreso il percorso di redenzione con nuovi alleati dopo aver perso potere e amicizie.




La trama centrale della puntata è la scomparsa di una giovane stagista giunta nella capitale degli Stati Uniti per seguire le orme della sua eroina: Olivia Pope. L’arrivo della ragazza a Washington non è come immaginato. Nel giro di poco viene bandita dalla città perché non cede al compromesso. La stagista non accetta di andare a letto con il suo capo per agevolare la sua carriera. Questo la fa finire nella “lista nera” e viene segnalata come non assumibile.


La ragazza non può sopportare di vedere i suoi sogni infranti, per questo si suicida. Ad indagare sull’episodio c’è appunto Olivia, affiancata da Fitz, Marcus e Abby, i nuovi Gladiatori. La Pope si sente responsabile di quanto accaduto. Anche il padre della ragazza non nasconde il suo risentimento. E’ colpa della donna e dell’esempio che ha dato se la figlia non c’è più. L’episodio ha chiari riferimenti con l’attualità e con lo scandalo Weinstein in seguito al quale sono sorti movimenti come #MeToo e #TimesUp a difesa delle donne che hanno subito pressioni.


Anche se è encomiabile la scelta degli autori di affrontare un tema così importante, come la violenza e la mancanza di rispetto sul lavoro, la trama risulta debole. Sembra un po' forzata la scelta di fare di Olivia la paladina delle donne. Non dimentichiamo che la Pope ha fatto cose e scelte discutibili, spesso oltre la legalità. Inoltre, il sistema a cui ora si oppone, è lo stesso per il quale ha lottato per anni. Se non fosse stata allontanata da Mellie, ne farebbe ancora parte e continuerebbe ad agire senza scrupoli, partecipando ad un sistema misogino che rifiuta di cambiare.


Lo stesso Presidente degli Stati Uniti, Mellie, nonostante sia la donna più potente del mondo, si trova a dover subire un trattamento simile. L’incontro con Jacke, che la trova interessante è il chiaro sintomo di come gli uomini tendano a sessualizzare ogni tipo di interazioni con donne desiderabili. Non c’è dubbio che il tema a cui fanno riferimento gli autori sia importante e centrale, ma era stato già ampiamente trattato con la storytelling di Olivia. Riprenderlo con Mellie è apparsa una forzatura, che non ha aggiunto molto di più alla causa.


La puntata è stata caratterizzata da un altro personaggio, che dallo scorso episodio è tornato ad essere centrale: Cyrus. Il Vice Presidente degli Stati Uniti, artefice del tentato dirottamento, sta continuando la sua scalata alla Casa Bianca. L’uomo ormai considerato l’eroe della patria, per segnare un altro punto a sua favore, da abile stratega riesce a far incolpare dell’accaduto Charlie. Agli occhi dell’opinione pubblica è lui il responsabile del dirottamento dell’Air Force Two. Cyrus è riuscito nel suo intento grazie alla collaborazione con il Procuratore Speciale corrotto, subentrato a Rosen che ha dovuto fare un passo indietro. L’uomo direttamente coinvolto nell’attentato non sarebbe stato oggettivo.


La scelta di far ricadere le colpe su Charlie non è casuale. Oltre a liberarsi della Quinn & Associati che prima o poi sarebbe riuscita a dimostrare il suo coinvolgimento, il suo obiettivo è Mellie. Il Presidente degli Stati Uniti è consapevole dell’esistenza del B6-13, associazione segreta al suo servizio. Rivelare al mondo il coinvolgimento del Capo di Gabinetto e di Charlie in questa struttura segreta, farebbe crollare la fiducia nei confronti di Mellie e comporterebbe il suo immediato allontanamento dalla presidenza a cui Cyrus mira da sempre.


Il finale della serie è sempre più vicino e si sta avvicinando la resa dei conti. I Gladiatori dal cappello bianco torneranno a trionfare o soccomberanno alle tattiche e alle strategie di Cyrus? Per sapere come continuerà non ci resta che spettare il prossimo episodio in onda giovedì 29 sulla rete americana ABC.


Recensione 7x01
Recensione 7x02
Recensione 7x03
Recensione 7x04
Recensione 7x05
Recensione 7x06
Recensione 7x07
Recensione 7x08
Recensione 7x09
Recensione 7x10
Recensione 7x11
Recensione 7x12
Recensione 7x13


Un saluto agli amici di: Serie tv conceptTelefilmiamo Talk about telefilmMultifandom il mondo che non c'èCinema, movie and popMultifandom.



Non perdere neanche una notizia! Seguici sulla pagina Facebook o sul nostro Gruppo o su Twitter.
 
Condividi su Google Plus

Articolo di Francesca Baranello

Posta un commento