COLONY - Recensione 3x11 "Disposable Heroes"

"Life planned out before my birth, nothing could I say
Had no chance to see myself, molded day by day

Looking back I realize, nothing have I done

Left to die with only friend

Alone I clench my gun


Soldier boy, made of clay

Now an empty shell

Twenty one, only son

But he served us well

Bred to kill, not to care

Do just as we say

Finished here, greetings death

He's yours to take away"
Metallica - Disposable Heroes (da Master of Puppets, 1986)

Le parole della celebre canzone dei Metallica, già udita nell'episodio precedente, si applicano in maniera definitiva e anche un po' profetica, se possiamo dirlo, all'undicesimo episodio della terza stagione di Colony, che apre a uno scenario intenso e dinamico, il quale caratterizzerà i restanti due episodi. "Disposable Heroes" ha avviato uno sviluppo interessante all'interno della trama del blocco di Seattle, scoprendo la verità sulla sua natura e rendendo la guerra una realtà più vicina di quanto possa sembrare. Diretto da Tim Southam (Maquis, Puzzle Man) e scritto da Cathryn Humphris (Sierra Maestra), l'episodio vede Will, Katie e Broussard formare un alleanza con gli outliers, mentre Snyder e Kynes iniziano a scontrarsi per il controllo di Seattle.


-Pericolo invisibile: L'episodio si apre in un bosco, dove vediamo una delle famose capsule. Questa si apre e il suo occupante esce, trovando davanti a se' una borsa contenete equipaggiamento militare. Dopo essersi vestito e armato, cammina nel bosco e si imbatte in una donna, anche lei un militare, e per identificarsi utilizzano i loro numeri da outlier. Insieme continuano a muoversi e a un tratto trovano un'altro come loro, morto. Allora si preparano per difendersi, ma qualcosa si muove fra le foglie e per vedere di cosa si tratta, i due indossano il visore per rilevare eventuali tracce termiche. Improvvisamente la donna viene colpita e muore all'istante e il suo compagno si prepara a difendersi, ma viene colpito anche lui. Alla fine l'aggressore si svela come farebbe Predator e il suo aspetto ricorda decisamente l'alieno nemico dei RAP.


-La prossima mossa: Katie nota che Will non ha dormito e lui le dice che oggi ha avuto un valido motivo per restare sveglio. Katie gli chiede se vuole andare all'incontro con gli outliers e lui risponde che vuole farlo, chiedendole se è dello stesso parere. Katie dice che ha lavorato duramente per farsi una vita in questo blocco, ma Will le ricorda come stanno le cose:

"W: All we've built is a distraction. It's like this Colony. Just bright and shiny enough to keep us from wanting to dig any deeper.


K: I know. It's still a risk. We don't know anything about these people.


W: We know they're professionals unlike any other cell we've had to deal with.


K: What about the kids?


W: What about them?


K: This decision affects them.


W: Bram gets it.


K: Gracie doesn't. She just wants a normal life.


W: I thought you would jump at this chance a real insurgency, one that's trained and organized, one who can help us figure out what's really going on." 

Lei gli ricorda che le cose sono molto cambiate e lui lo capisce, ma ha comunque intenzione di andarci, come anche lei, al fine di capire quali siano le loro vere intenzioni.


-Incontro: Will, Katie e Broussard si dirigono nella palestra dove devono incontrarsi con O'Neill, il quale li attende assieme al bodyguard di Kynes, Harris, che a quanto pare gestisce il gruppo degli outliers. Lui chiede a loro come sappiano tante cose su di loro e Will spiega che sia lui che Broussard sono outliers, come anche la maggior parte delle persone nella palestra e Katie aggiunge che una volta identificati, vengono fatti entrare nella colonia. Così loro raccontano dell'esercito che i RAP vogliono creare contro il loro nemico, motivo che li ha spinti a colonizzare la Terra, dove loro rappresenterebbero la prima linea di difesa in caso di attacco e Katie dice qualcosa che fa riflettere:

"Occupation made a big mistake putting you all in the same Colony like this. We have an opportunity to exploit it." 

Harris non è del tutto convinto della storia e vuole garanzie sulla sua autenticità, così Will gli parla del rapimento e interrogatorio di Snyder, spiegando che le informazioni da lui date corrispondono a della documentazione che parla di un arma biologica costruita a Seattle e dice che possono fare un danno significativo se uniscono le loro forze. Harris dice che ha un contatto nelle alte sfere e gli chiede di dargli modo di confermare le loro informazioni e se dovesse andar bene, accettano di unirsi a loro.


-Attacco: Harris torna nell'ufficio di Kynes, riferendogli del suo incontro con uno dei gruppi ribelli, parlando del rapimento di Snyder e delle informazioni che ha dato sugli outliers. Kynes si dice stanco della sua presenza a Seattle e Harris svela che lo ha contattato per mostrargli qualcosa, così Kynes gli suggerisce di andare a vedere di che si tratta, senza far trapelare le cose che sanno. Harris si dirige in un parcheggio e incontra Snyder e Garland, che lo invitano a salire in auto, per poi ucciderlo. Bram e un suo amico sono di pattuglia e a un tratto sentono il rumore di un esplosione. Così Bram va a vedere cosa è successo e vede un camion in fiamme, cercando di soccorrere un uomo gravemente ustionato. In seguito Snyder arriva sulla scena e chiede a Kynes cosa sia successo. Lui spiega che un camion è esploso uccidendo diverse persone, fra cui outliers. Snyder dice che riferirà di questo incidente, affinchè l'IGA conduca un'indagine approfondita. Kynes dice che loro non possono interferire con le faccende di Seattle e Snyder afferma che dovranno, visto che lui non sa mantenere il controllo del blocco.


-Arrivo tempestivo: Kynes torna nel suo ufficio e chiede che Harris venga trovato al più presto, ma riceve l'inaspettata visita di Helena, la quale chiede un aggiornamento su quanti outliers sono morti. Lui dice che sono in tre e lei commenta dicendo che questo è un problema, ma Kynes le svela che c'è un problema altrettanto grave, riguardo a Snyder e al suo rapimento, fatto di cui non ha riferito. Helena devia, dicendo che si sta parlando della sicurezza del blocco, di un attacco operato contro una risorsa critica. Così Kynes inizia a realizzare che il piano di lei e Snyder è di screditare il lavoro che lui ha fatto per il blocco, invitandoli ad andarsene il prima possibile.


-In cattiva luce: Helena raggiunge Snyder e attivando un disturbatore di segnale, lei gli chiede che cosa gli sia preso, visto che ha ucciso degli outliers. Lui spiega che sta ottenendo quello che sperava, dando un opportunità per mettere in risalto le vere attività di Kynes, il quale utilizza tecnologia RAP per i suoi scopi personali e forse, a suo dire, fa anche di peggio. Helena non pensa che all'IGA importerebbe di tre outliers morti, ma lui le dice che non ha ancora visto la seconda parte del piano. Lei dice che le manca la vecchia versione di lui, quella magnanima, e gli dice quello che ha detto Kynes sul suo rapimento e lui dice che gioca in ogni schieramento. Intanto Kynes trova Harris, morto bruciato in un auto esplosa accanto al camion e, realizzando immediatamente che si vuol far credere che sia coinvolto nell'esplosione, ordina un autopsia immediata su di lui.


-Donne: Will e Broussard discutono sul perchè non siano ancora stati messi nelle capsule, visto il danno che possono recare se tutti quelli come loro si riunissero. Broussard ricorda come fossero intenzionati a prenderlo a Los Angeles, ma Will fa notare che a Seattle non è accaduto, chiedendosi cosa ci sia di diverso, ipotizzando che le guardie del corpo di Kynes siano outliers. Katie esce fuori dalla casa e nota che Amy sta tornando. Katie le chiede se può aiutarla, ma lei le dice che quella è casa sua. Così finiscono per presentarsi e Amy sembra piuttosto a disagio nel sapere che Katie è moglie di Will, visto che lui non ne ha mai fatto cenno (perchè avrebbe dovuto farlo con lei?). Amy chiede se Will è dentro e lei dice che è con Broussard e stanno discutendo sul da farsi. Lei chiede se hanno incontrato l'altro gruppo e lei risponde di sì, dicendo che sembrano esperti ma al tempo stesso facendo trapelare una certa legittima diffidenza:

"I've learned the hard way to wait for people to prove themselves." 

Amy le chiede se ha lavorato con Broussard a Los Angeles e lei le risponde che è stato molto tempo prima, chiedendole se ha una famiglia. Dopo un attimo di esitazione, Amy risponde di no e che si trovava in una conferenza medica a Los Angeles quando c'è stata l'invasione. Katie le chiede se ha passato del tempo con Will e se sta bene e lei risponde che ha attraversato un momento difficile e questo porta Katie a chiederle se c'è altro che deve sapere riguardo a suo marito. Dopo altra esitazione, Amy spiega che nel suo lavoro assiste a diverse situazioni tragiche e ognuno reagisce a modo diverso, ma quelli come Will tendono a preferire l'azione.


-Unire le forze: O'Neill arriva insieme a altri del suo gruppo e chiede a Katie e Amy di entrare in casa. Lui dice loro che Harris è morto e che c'è stata un esplosione dove degli outliers sono rimasti uccisi. Broussard chiede a Amy se ha saputo qualcosa in merito e lei, dopo altra esitazione, risponde che ha pranzato con un amico e che sicuramente è accaduto dopo il suo turno. O'Neill è convinto che sia opera loro, ma Will dice che Snyder si trova a Seattle per screditare Kynes e che sicuramente l'attacco è volto a questo scopo, definendolo come un uomo capace di qualunque azione. O'Neill chiede di vedere l'interrogatorio di Snyder e Broussard glielo mostra (notare come Katie che guarda il video con sguardo molto preoccupato). O'Neill chiede spiegazioni sulla classificazione operata dai RAP e loro rispondono che è per questo che vogliono unire le loro forze e cercano di convincerlo che non sono loro il nemico. Alla fine O'Neill esce per andare a chiamare una persona e chiede ai suoi uomini di sorvegliarli finchè non torna.


-Progetto Phoenix: Bram va a parlare col padre di Meadow per dare un contributo alle indagini. Lo informa che è stato il primo ad accorrere sul luogo dell'esplosione e lui dice che probabilmente non si dormirà per quello che dovranno fare. Poi chiede di Grace e Bram le dice che è a scuola, un posto molto sicuro date le circostanze, e l'uomo dice che gli ha fatto molto piacere cenare insieme e pensa che dovrebbero rifarlo. Kynes viene a sapere che Harris è morto prima dell'esplosione e capisce che i problemi sono incominciati quando Snyder è arrivato in città, così chiama il responsabile dell'aeroporto, da cui viene a sapere che Helena era già in viaggio prima dell'esplosione, in compagnia di un corriere dell'IGA diretto all'isola. Kynes dice che ormai è arrivato il momento di avviare il progetto Phoenix, chiedendo a Glen di mandare un messaggio alle persone coinvolte. Poi entra in una stanza blindata e chiede al tecnico di disattivare tutte le apparecchiature, dicendo che è un peccato uccidere una cosa bella come questa (a che si riferirà?). Uscendo dall'edificio incontra Snyder e Helena, con cui ha un discorso estremamente potente, che strizza l'occhio alla realtà in cui viviamo:

"K: Do you know the difference between intelligence and cunning? Of course not, because if you did, they never would have picked you. 

 

S: You're about to pay the price for your arrogance. 

 

K: And when do you pay the price for selling out your whole species? I can't even blame you. This is what happens when you give large power to small minds. 

 

S: Those small minds are going to bring you down.

 

K: Just like our Hosts wanted. Why do you think they put the morally bankrupt administrator of a shitty community college in charge of a bloc? Or a failed studio exec in charge of a Colony? 

 

H: They saw our potential. 

 

K: They saw weakness. They knew you were the kind of crabs who would always drag the others back down into the bucket." 



-Qualcosa di grande: O'Neill ritorna da Will, Katie, Amy e Broussard e spiega che il telefono è morto prima che potesse ricevere una risposta, così come tutti i telefoni dei presenti. O'Neill dice che questo è un segnale per incontrarsi in un determinato luogo e prepararsi per qualcosa di importante. Will chiede come fa a saperlo e lui svela che Harris lavorava per Kynes, assicurando loro che non faceva il doppio gioco. Allora Will propone di unirsi a loro nel rendezvous, ma O'Neill dice che hanno dei protocolli, ormai inutili visto che Harris è morto, ma alla fine dice a Will e Broussard di venire con lui, mentre Katie e Amy rimangono assieme agli altri e la seconda pensa che sia un idea piuttosto stupida. Snyder tenta di cercare Kynes dal suo ufficio, ma la rete è andata, rendendogli impossibile il lavoro. Will, Broussard e O'Neill attendono che la zona sia sicura, per poi entrare in un magazzino, dove vi sono altri outliers. Assieme a loro vi è l'altro bodyguard di Kynes, che spiega loro la situazione: tutti gli outliers lavorano per Kynes, colui che ha salvato le loro vite, allontanandoli dal destino riservato loro dai RAP e una guerra si avvicina, dove alla fine l'IGA pensa di ereditare il pianeta, ma Kynes aveva un'altro progetto. Nei passati diciotto mesi, ha reso Seattle una specie di arca, in cui sono stati selezionati i migliori in ogni campo, cosicchè alla fine della guerra, la città sarà il luogo da cui ripartirà la razza umana (non vi ricorda nulla?), concludendo il discorso con delle potenti parole, che portano a un interessante scambio di sguardi fra Will e Broussard:

"This is the beginning of the real Resistance, the human Resistance."


-Riflessioni: Grace torna a casa da sola e mangia dei cereali per cena. Intanto Bram rientra e si scusa per non essere venuto, spiegando che lo hanno trattenuto al lavoro. Grace dice che i telefoni sono morti e chiede a Bram cosa stia succedendo. Lui le dice che sono al sicuro e le dice che non deve tornare al lavoro, prendendole il latte. Lei dice che è scaduto e Bram si irrita, ma la bambina pensa che i suoi genitori non si fanno più vedere perchè lei ricorda loro Charlie. Bram le dice che andrà meglio e le suggerisce di cenare di nuovo a casa di Meadow. Amy chiede a Broussard se crede a quello che ha sentito e lui le spiega che combacia con quello che già sanno e che non sa se può fidarsi di Kynes, ma lui combatte il suo stesso nemico, dicendole che ci sta. Anche lei vuole farne parte, visto che grazie alla sua esperienza con lui ha ritrovato uno scopo.


-Patata bollente: Snyder e Helena non riescono a rintracciare Kynes e il primo pensa che stia complottando qualcosa, consapevole che stavano venendo per lui e non a caso ha disattivato la rete, per accecarli e rendere difficile acquisirne il controllo. Helena dice che l'IGA sa quanto sia importante Seattle e a questo scopo, deve tornare al quartier generale per dare delle spiegazioni, lasciando la questione nelle sue mani. Snyder si rifiuta, ma lei dice che data la situazione, lui è l'unico che può gestire la cosa. Così Snyder le pone una fatale domanda:

"Is that a compliment or the kiss of death?" 

Helena dice che è inutile discuterne, perchè ormai è stato scelto per l'incarico, visto che si è rivelato utile fino a questo momento, augurandogli buona fortuna. Snyder guarda fuori dalla finestra e vede dei mezzi blindati che entrano in fila a Seattle, chiudendo l'episodio con un agghiacciante presagio.

VERDETTO

A due episodi dalla fine di questa stagione, inizia ad emergere uno scenario estremamente intenso e intrigante, dove tutto (o quasi) inizia ad avere un senso logico all'interno dell'enorme struttura posta sin dall'inizio della serie. Finalmente scopriamo il vero segreto di Kynes (anche se secondo me ne ha di più scioccanti), vale a dire che lui è il primo esempio visibile di governatore ribelle, nel senso che ha radunato tutte le persone della lista, gli outliers, in un unico posto, non spedendole nelle capsule come previsto, ma lasciandoli liberi e pronti all'azione. In poche parole ha costituito una cellula di Resistenza sotto il naso dei RAP e dell'IGA, oltre che aver messo Snyder ed Helena spalle al muro. Adesso che Seattle è nelle mani di Snyder, possiamo solo che aspettarci un aspro conflitto per salvare il progetto di ricostruzione della razza umana di Kynes, i cui risultati sono decisamente imprevedibili. Will e Broussard scelgono di farne parte, con Katie che non sembra convinta dell'affidabilità degli outliers e a questo proposito mi soffermo su un punto davvero particolare di questo episodio: Amy. Come già avrete notato, la giovane dottoressa di San Fernando non è apparsa estremamente convincente nelle sue motivazioni, nè tantomeno nel mostrarsi sincera con Broussard. In questo episodio, più degli altri, si può notare come la sua esitazione nell'interagire col gruppo sembri forzata, velando forse qualcosa di più oscuro. Non fraintendetemi, ma il fatto che sia stata proprio lei a mostrare la pellicola a Snyder, che proprio lei abbia incontrato Broussard da sola, ferita, quasi spuntando dal nulla, che alla semplice domanda riguardo all'esplosione sembrava che nascondesse una scappatella, menzionando un certo amico (vogliamo dire che sia un caso che Will in ospedale l'abbia incontrata da sola?), che alla domanda di Katie dice di aver partecipato a una conferenza di medicina prima dell'Arrivo, per poi rivederla un medico devoto al Greatest Day, che si improvvisa neurologa per salvare un corriere ribelle, che abbia avuto il modo per entrare furtivamente a Seattle con Broussard, siano una serie di piccoli ma allarmanti indizi (spero vivamente di sbagliarmi). Non parlando di Bram e della sua presenza ancora debole nella trama, possiamo dire che i due episodi rimasti di questa stagione ci faranno sicuramente divertire e ci fanno desiderare come questa stagione fosse molto più lunga.

Vi ricordo che se avete una buona conoscenza della lingua inglese e vi piace ascoltare i podcast, è disponibile il podcast ufficiale di Colony, creato da SyFy Wire, dove ogni settimana, al termine di ogni episodio, il cast e i produttori spiegano gli eventi narrati e danno indizi sulle puntate successive. Il podcast è disponibile su Spotify, ITunes e Soundcloud, e ogni ascolto aumenterà la popolarità della serie!

Continuate a seguirci per le ultime news su Colony!

Un saluto alle affiliate
Colony Italia,I Drogati di Telefilm, Cinema, Movie and Pop Multifandom il mondo che non c'è, Josh Holloway Italia Serie tv Concept
Talk About Telefilm
 
Non perdere neanche una notizia! Seguici sulla pagina Facebook o sul nostro Gruppo o su Twitter.
Condividi su Google Plus

Articolo di Ada_Bowman

Posta un commento